«

»

IL BILANCIO DELLA GIUNTA D’ALFONSO: MENO OCCUPAZIONE, PIÙ PRECARIETÀ!

Rispetto ai dati sull’occupazione abruzzese assistiamo sempre più ad un atteggiamento della giunta regionale che ricorda la citazione di Mark Twain: “La gente di solito usa le statistiche come un ubriaco i lampioni: più per sostegno che per illuminazione“.

È avvenuto di nuovo pochi giorni fa quando, l’assessore al Bilancio, Silvio Paolucci usava toni trionfalistici per annunciare l’aumento dell’occupazione in Abruzzo. Ma di quale occupazione parlava? Secondo le elaborazioni Istat, la nostra regione nel secondo trimestre del 2017 ci sono 21mila occupati in più rispetto al primo trimestre. Ma si tratta, a ben vedere, di occupazione precaria.

Le rilevazioni dell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, che ha pubblicato oggi l’aggiornamento riferito ai primi sette mesi dell’anno, sono inquietanti. Si nota che in Abruzzo sono in calo le assunzioni a tempo indeterminato (-1.841 rispetto al 2016, -12.747 rispetto al 2015!). A crescere sono solo le assunzioni precarie, che non coincidono affatto con il numero di occupati, potendo un lavoratore essere assunto più volte in un dato periodo (crescono ovunque le assunzioni anche di un solo giorno). Relativamente al lavoro stabile (peggio dell’Abruzzo fanno solo Liguria e Lazio) nella nostra regione le assunzioni sono diminuite quasi del 10% rispetto allo scorso anno, subendo un calo più del doppio rispetto alla media nazionale (-4,5%). Insomma, finita la cuccagna degli sgravi per le assunzioni a tempo indeterminato, il lavoro precario (che in Abruzzo è sempre stato prevalente) subisce una nuova accelerata.

Si tratta di lavori malpagati, con pochi diritti e che non garantiscono alcuna tranquillità o aspettativa, visto che degli oltre 87.000 contratti precari solo 3.400 sono stati trasformati in contratti a tempo indeterminato. Insomma, quello che sta delineando la giunta abruzzese di centrosinistra per gli abitanti della nostra regione è un futuro lavorativo e di vita sempre più precario, povero e insicuro.

Marco Fars, segretario regionale PRC-SE Abruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>