Aca. Aperta l’istruttoria su incompatibilità incarico dell’ ing. Lorenzo livello

 

DOPO SEGNALAZIONE ALL’ANAC DI RIFONDAZIONE COMUNISTA.

Il Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’Aca SpA, Antonio Castricone, ha comunicato alla nostra compagna e consigliera comunale di Manoppello(Pe)  Barbara Toppi, che è stata già avviata “l’istruttoria per la valutazione di profili di eventuali incompatibilità dell’Ing. Lorenzo Livello rispetto alle funzioni assegnategli dal Consiglio d’Amministrazione di Aca e conseguentemente di eventuali abusi e incompatibilità.”

Come Rifondazione Comunista lo scorso 11 giugno [http://www.rifondazioneabruzzo.org/?p=2784] avevamo inviato una contestuale segnalazione sia al responsabile anticorruzione dell’Aca Antonio Castricone, che all’ Autorità Anticorruzione nazionale (Anac).

Ci auguriamo che sulla vicenda venga fatta presto piena luce. Rifondazione Comunista ritiene che non ci possono essere ombre sull’azione di chi opera al vertice di un’azienda a capitale pubblico nella gestione di un bene fondamentale e primario come l’acqua.

L’attuale dirigente tecnico e vicedirettore dell’Aca, l’ing. Lorenzo Livello, ha riportato una condanna in I° grado a 3 anni, con interdizione per 5 anni dai pubblici uffici, nonchè la condanna a risarcimento dei danni a favore della parte civile ACA, che dovrà essere quantificato in sede civile. Il processo per tangenti e appalti truccati, è nato dell’inchiesta Shining Light e ha decretato anche la condanna per l’ex presidente dell’Aca Ezio De Cristoforo (PD). Inoltre l’Ing. Livello sempre con sentenza di I° grado, è stato condannato ad 1 anno e 4 mesi di reclusione per il reato di adulterazione o contraffazione di sostanza alimentari in riferimento all’acqua, in un altro procedimento.

A 9 anni dall’anniversario del referendum vittorioso sull’acqua pubblica, da Società per Azioni, l’Aca deve essere ripubblicizzata e tornare Azienda Pubblica Consortile. C’è bisogno di trasparenza e partecipazione popolare nel controllo e nella gestione, ma soprattutto un cambio radicale nella direzione dell’azienda.

 

Barbara Toppi

Consigliera comunale Manoppello

Corrado Di Sante

Segretario Provinciale Partito della Rifondazione Comunista

Anche a Pescara la mobilitazione nazionale “Priorità alla scuola”. Massimo sostegno di Rifondazione e Giovani Comuniste/i.

Giovedì 25 giugno in circa 50 città italiane, tra cui Pescara con appuntamento alle ore 18,30 in Piazza Sacro Cuore, si svolgeranno manifestazioni con la parola d’ordine “Priorità alla Scuola”, che raccoglie coordinamenti di insegnanti, genitori, studenti, organizzazioni sindacali e associazioni.

La piattaforma che è alla base della mobilitazione, con la richiesta di risorse equivalenti a un punto di PIL in più da destinare alla Scuola, per l’assunzione del personale necessario, la riduzione degli alunni per classe, misure concrete per l’edilizia scolastica, coincide con i punti che già durante la fase più acuta della pandemia abbiamo posto come Rifondazione Comunista tra gli obiettivi prioritari per affrontare in avanti la drammatica situazione in cui ci troviamo.

Questa mobilitazione dal basso merita il massimo sostegno in un paese in cui domina la propaganda confindustriale.

Ricordiamo che la media UE di spesa per studente è molto più elevata di quella italiana e che le cifre stanziate per la scuola pubblica nel decreto Rilancio sono decisamente insufficienti.

Rifondazione Comunista e le/i Giovani Comuniste/i si battono per misure urgenti, che restituiscano sicurezza alle scuole, per il rilancio costituzionale di un sistema che può ridisegnare il nostro futuro, e proponiamo:

  • Un punto di PIL in più di risorse per Scuola e Università, riportandole vicino alla media europea.
  • Almeno 3 mq di spazio riservato a ogni alunno e un numero che non superi i 15 per classe.
  • Assunzione del personale docente e ATA necessari per l’aumento delle classi.
  • Reperimento di tutti gli spazi disponibili per garantire il distanziamento, a partire dagli edifici abbandonati per il dimensionamento della rete scolastica.
  • Immediato finanziamento e programmazione di un piano straordinario per l’edilizia scolastica. Messa finalmente a norma degli edifici e creazione di spazi adeguati per tutte le attività delle scuole, dalle palestre alle mense, dalle biblioteche ai laboratori.

Altro che banda larga, per ripartire con scuole in sicurezza c’è bisogno di aule larghe.

Per questo Rifondazione Comunista e Giovani Comuniste/i, dopo il presidio di sabato 13 giugno sotto l’Ufficio Scolastico provinciale di Pescara, sarà presente giovedì 25 in piazza Sacro Cuore a Pescara, al fianco di insegnanti, personale Ata, studenti e genitori per ribadire: priorità alla scuola!

Maurizio Acerbo, segretario nazionale PRC-SE

Marco Fars, segretario regionale PRC-SE Abruzzo

Corrado Di Sante, segretario provinciale PRC-SE Pescara

Francesco Belfiglio, Coordinatore provinciale Giovani Comuniste/i Pescara

 

Qui l’evento facebook della manifestazione di Pescara https://www.facebook.com/events/3507273692650980

Bussi Costa e Morassut lavorano per Edison? Vogliamo la bonifica integrale della discarica chimica

Atti e dichiarazioni del Ministero dell’Ambiente sono sconcertanti. Il Ministro Costa (M5S) e il sottosegretario Morassut (PD) stanno dimostrando una totale mancanza di rispetto verso i cittadini abruzzesi che hanno subito le conseguenze sulla salute e l’ambiente dell’inquinamento chimico.
Il Ministero ha annullato con argomenti pretestuosi o infondati – come dimostrato da Augusto De Sanctis e dal Forum H20 – l’aggiudicazione di una gara che prevedeva la bonifica integrale.


Il Ministero non dice quanto tempo in più ci metteremo visto che è stata annullata una procedura durata anni per la quale era stato anche nominato un commissario straordinario.

E soprattutto non assume l’impegno a rimuovere i rifiuti tossici da Bussi.
In compenso le dichiarazioni del Ministero incensano la Edison che essendo condannata a pagare i costi della bonifica è noto che preferisca il tombamento dei rifiuti laddove si trovano perchè l’operazione costa molto meno della bonifica integrale.

 

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Forum H2O : MINISTERO DELL’AMBIENTE TRADISCE GLI ABRUZZESI

Post precedenti «